News

  • Il silenzio delle parole

    E' disponibile il nuovo libro a cura del dott. Testa clicca qui

Opere

  • La memoria e l'anima mundi

    Mai come adesso, in un periodo storico di grandi cambiamenti epocali, si avverte la necessità di guardare i fenomeni che accadono da un'ottica più estesa e ampia: quella dell'anima del mondo...leggi tutto
  • IL SILENZIO DELLE PAROLE

    Il libro viaggia tra spazio onirici, accoglie le esperienze di vita legate al mondo della sofferenza psichica e prospetta le diverse possibilità di cura partendo dalla visione junghiana...leggi tutto
  • FARE MONDI

    Il libro, corre al confine tra la narrazione, l’arte poetica e le connessione con la Psiche ed il sogno. Voci ed intrecci di vissuti, idee, immagini e sensazioni...leggi tutto
  • DALLA FOLLIA ALLA CITTADINANZA

    Il volume rappresenta una costellazione di esperienze, svolte nell’ambito della cura-riabilitazione di patologie psichiatriche... leggi tutto
  • LE IDEE DELL'ANIMA

    La visone del mondo della psicologia analitica junghiana, ha profonde connessioni con la dimensione filosofica, intesa questa ultima nella sua accezione più ampia di teoresi e prassi... leggi tutto
  • CORPO RIFLESSIONE IMMAGINE

    Un percorso che spazia dalla pelle a… Dio, a partire dalla clinica attraversando il sociale per arrivare alla morte, inglobando nell’esplorazione altri mondi... leggi tutto
  • IL VOLO DELL'ANGELO

    l libro raccoglie i contributi di diversi autori che si confrontano sul tema della immaginazione nelle diverse discipline, con la finalità di evidenziare come questo aspetto arricchisce... leggi tutto
  • L’UNIVERSO RITROVATO

    l volume raccoglie i contributi di diversi autori nel campo della psicologia clinica e della psicoterapia, muovendosi lungo la visione della conoscenza e dell’importanza... leggi tutto
  • EROS E PATHOS

    Il libro raccoglie i contributi di diversi autori, psicologi, psichiatri, psicoanalisti che si muovono lungo la scia clinica e teorica del pensiero junghiano e che da anni lavorano... leggi tutto
  • IL MITO E IL NUOVO MILLENNIO

    Camminare, passeggiare tra i viali, vasche con ninfee, profumi d’oriente, libri di gattopardiana memoria, echi di poesie... leggi tutto
  • I VOLTI DEL SOGNO

    Un nodo stringe le maglie della coscienza moderna: l’intreccio tra il sogno, che con la sua immateriale e palpitante presenza di immagini e di emozioni... leggi tutto
  • LA PSICHE E GLI ARCHETIPI DELLO SPIRITO

    Il volume propone dodici saggi intorno al tema del rapporto tra la psicologia analitica, il suo razionalismo di stampo occidentale... leggi tutto
  • PSICOSI E CREATIVITA'

    I temi della pazienza e della speranza, della sapienza e della capacità ermeneutica da parte del terapeuta fanno da denominatore comune ai contributi del Convegno... leggi tutto
  • I TERRITORI DELL’ALCHIMIA

    Che cos’è ‘alchimia? Per psicologi e psicoanalisti di ispirazione Jungiana è paradigma della conoscenza. É una via per comprendere i processi psichici e le fantasie... leggi tutto
  • L'IMMAGINE nell'Arte, nella Tradizione, nella Psicologia Archetipica

    La prospettiva da cui guardiamo gli eventi è caratterizzata da una Weltanschauung archetipica, avente in James Hillman ... leggi tutto
  • LE IMMAGINI DELL'ANIMA

    Il libro raccoglie la Psiche nel confronto con la dimensione psicotica derivante da diversi anni di esperienza professionale, umana e analitica all’interno di...leggi tutto

Il Libro Rosso e l’amore per le immagini

“Colui che ha compreso la tenebra che è in lui è prossimo alla luce” (Jung).
Queste parole possono rappresentare dei molteplici sentieri lungo i quali incamminarsi per leggere il Libro Rosso, definito in un articolo sul New York Times ”Il Santo Graal dell’Inconscio”.
Davanti ad un’opera di tale spessore e ricchezza si resta meravigliati, affascinati ed inquieatati poiché il crocevia della Psiche umana si apre, collegando lo Spirito del Tempo con lo Spirito del Profondo e la coscienza umana è chiamata al responsabile e arduo compito di confrontarsi col tema dell’ ignoto e dell’incertezza.
Un lavoro lungo e arduo che ha portato Jung ad un amore per la conoscenza, per il mondo delle immagini e dei simboli, veri nutrimenti e utensili che l’uomo ha a disposizione per districarsi nell’assurdo e arrivare al Senso, attraverso il non Senso. Il rapporto con l’Ombra, con il Male, che si annida in ognuno di noi, allora diventa possibilità esistenziale, occasione di rinnovamento e di trasformazione lungo la costruzione di una progettualità che fa dell’etica, una etica del viandante, una stella per orientarci di fronte al caos in cui siamo immersi.
Se con Nietzsche “solo dal caos può nascere una stella danzante”, il lavoro di Jung, nel Libro Rosso, così magistralmente evidenziato nel volume di Bernardo Nante, pone ogni uomo di fronte al tema degli opposti e della ricerca per la conoscenza, non solo della Psiche individuale ma anche collettiva, gettando un fascio di luce sul tema del numinoso e della dimensione archetipica. Un libro, che affonda le radici, come tutte le grandi  Opere, nell’esperienza umana del dolore della sofferenza, del continuo confronto con la Nigredo, con la perdita della bussola e con un bagno di rinnovamento nel valore dell’umiltà e della lealtà verso i meandri della propria interiorità.
Da questo confronto, da questo humus di affinamento della “pietra grezza”, è possibile allora guardare all’Anima mundi ed essere uomini costruttori nel mondo all’insegna della trasformazione nella storia e nel sociale. E allora se con Jung, “nessun albero può crescere in Paradiso a meno che le sue radici  non raggiungono l’inferno”, potremmo metaforicamente immaginare che la ricchezza del pensiero simbolico, della conoscenza per il mondo del mito e della Tradizione, faccia dell’immaginazione la vera attività creatrice dello Spirito. Tutto ciò diventa possibilità, partendo dagli opposti, per guardare alla totalità e tendere verso una progettualità futura che mette la coscienza nel dialogo dialettico con l’inconscio per aprire al nuovo, a ciò che deve ancora venire.